Politica qualità 2010

MISSIONE AZIENDALE

Il consorzio si propone come strumento per lo sviluppo e l’incremento del patrimonio agro-forestale nelle zone interne dell’Abruzzo, con particolare attenzione ai riflessi occupazionali e di sviluppo imprenditoriale.

Il consorzio generalmente non gestisce in proprio i lavori agro-forestali, ma opera attraverso le cooperative o ditte consorziate favorendone lo sviluppo e promovendo la nascita di nuove realtà.

Per realizzare questa mission, Il CO.L.A.FOR. intende sostenere l’attività e la gestione delle strutture associate, indirizzandole verso la standardizzazione dei contratti e dei processi produttivi, nella convinzione che ciò costituisca uno dei principali fattori strategici di successo nel nostro settore.

Il Consorzio per sviluppare maggiormente le opportunità per i propri associati ricerca collaborazione con altre organizzazioni che operano nel settore agro-forestale, particolarmente con quelle con cui condivide lo spirito cooperativo e che hanno il proprio ambito di azione nelle regioni appenniniche.

ORIENTAMENTO STRATEGICO

Fedeli a questa idea, ci siamo dati i seguenti orientamenti strategici, che intendiamo perseguire attraverso il sistema di gestione per la qualità del nostro consorzio:

1. consolidamento delle attività di gestione delle superfici forestali, attraverso:

· La costituzione di nuovi consorzi misti pubblico/privato;

· Nuove adesioni ai consorzi esistenti;

· Miglioramento delle performance di gestione:

o Progettazione poliennale dei tagli di uso civico

o Anticipo della progettazione dei tagli

o Copertura di tutti i comuni coinvolti in caso di progettazione finalizzata all’ottenimento di finanziamenti pubblici

2. espansione territoriale, in ambito regionale e nelle regioni limitrofe, attraverso:

· attività di gestione (punto1)

· l’acquisizione di commesse pubbliche con gare d’appalto;

3. aumento del volume di affari finalizzato a:

· accrescere la capitalizzazione del consorzio, con conseguente maggiore autonomia finanziaria e possibilità di realizzare investimenti;

4. rafforzamento delle attività di ricerca e sviluppo, anche attraverso l’attività della consociata I.R.M.F.;

5. incremento delle competenze, attraverso:

· la formazione del personale interno

· la formazione dei dirigenti e soci delle cooperative associate, soprattutto su temi obbligatori (sicurezza, ecc.);

PRINCIPI DI GESTIONE

Il sistema di gestione per la qualità si basa sui seguenti principi che abbiamo inteso fare nostri e che costituiscono parte integrante della politica aziendale del COLAFOR.

Orientamento al cliente

Il consorzio dipende dai propri clienti e deve pertanto capire le loro esigenze presenti e future, soddisfare i loro requisiti e mirare a superare le loro stesse aspettative.

A tal fine i nostri clienti sono:

A - Gli ENTI:

· che costituiscono con noi strutture di gestione (Consorzi Forestali)

· da cui acquisiamo commesse

In prospettiva anche i singoli cittadini ai quali si rivolgono i servizi dei Consorzi Forestali

B – I SOCI

· A cui vengono forniti servizi tecnici e amministrativi

Leadership e Coinvolgimento del personale

I responsabili del consorzio stabiliscono unità di intenti e di indirizzo. Essi devono creare e mantenere un ambiente interno sereno e stimolante che coinvolga pienamente il personale nel perseguimento degli obiettivi del consorzio.

Le persone, a tutti i livelli, costituiscono l'essenza del consorzio ed il loro pieno coinvolgimento permette di porre le loro capacità al servizio dello stesso.

A tal fine:

· si realizzano incontri periodici per aggiornare sugli orientamenti strategici dell’azienda;

· si realizzano momenti ludici (pranzi, cene, feste, viaggi, ecc.) per creare sintonia fra le persone, sia dello staff che fra i responsabili.

Approccio per processi

Un risultato desiderato si ottiene con maggiore efficienza quando le relative attività e risorse sono gestite come un processo.

Approccio sistemico alla gestione

Identificare, capire e gestire (come fossero un sistema) processi tra loro correlati contribuisce all'efficacia e all'efficienza del consorzio nel conseguire i propri obiettivi.

Miglioramento continuo

Il miglioramento continuo delle prestazioni complessive è un obiettivo permanente del consorzio.

Decisioni basate su dati di fatto

Le decisioni efficaci si basano sull'analisi di dati e di informazioni.

Rapporti di reciproco beneficio con i fornitori

L'azienda ed i suoi fornitori sono interdipendenti ed un rapporto di reciproco beneficio migliora, per entrambi, la capacità di creare valore. Tale reciprocità è particolarmente importante per i fornitori che sono anche soci del Consorzio, i quali si configurano come fornitori strategici eseguendo lavori agro-forestali per conto dello stesso.

RESPONSABILITÀ

Al fine di perseguire i suddetti orientamenti, il Presidente si impegna a mantenere ed aggiornare un sistema di gestione per la qualità costantemente appropriato alle esigenze aziendali e, nell'ambito delle disponibilità di bilancio, a mettere a disposizione le risorse ad esso necessarie, delegando:

· al Rappresentante della direzione, avente anche funzioni di R.A.Q., la responsabilità e l'autorità per assicurare che i processi necessari per il sistema di gestione per la qualità siano predisposti, attuati e tenuti aggiornati, riferire sulle prestazioni del sistema di gestione per la qualità e su ogni esigenza per il miglioramento, assicurare la promozione della consapevolezza dei requisiti del cliente nell'ambito di tutto il consorzio;

· ai Responsabili di funzione individuati nell'organigramma aziendale, la responsabilità e l'autorità per l'applicazione del sistema di gestione per la qualità con l'impegno di relazionare periodicamente sull'andamento della qualità nell'area di propria pertinenza.

Tutti i collaboratori del consorzio, a qualunque titolo e a qualunque livello, sono coinvolti nel perseguimento degli obiettivi definiti nella presente politica e nei piani di miglioramento.

Pescara, 4 gennaio 2010

Gasper Rino Talucci

Presidente

colafor@gmail.com

 

 

OBIETTIVI 2010

1. Due comuni aderiscano a un consorzio forestale (nuovo o costituito).

2. Entro la fine del 2010 tutti i comuni interessati all’interno dei Consorzi Forestali siano dotati di progetto di uso civico e/o taglio da realizzare nel 2011.

3. Incremento della base associativa fuori Abruzzo di almeno un socio e l’acquisizione di almeno due lavori fuori Abruzzo.

4. Considerando il periodi di stasi di attività pubblica, ci si propone il mantenimento del giro d’affari 2009.

5. Acquisizione di almeno una commessa extra lavori tradizionali nell’ambito di PSR, ecc.

6. La realizzazione:

·         del nuovo sito internet semplificato

·         di almeno quattro numeri del bollettino informativo L’Opera

·         di almeno quattro incontri formativi per personale e collaboratori

·         di almeno due incontri formativi per dirigenti e soci delle cooperative

·         di almeno due incontri per amministratori di Consorzi Forestali.

Comments